This content is available in English

Svezia: Consiglio delle Chiese, vescova luterana Jackelén nuova presidente. Auguri al cardinale cattolico Arborelius

La vescova luterana Antje Jackelén con Papa Francesco

La vescova luterana di Stoccolma Antje Jackelén è stata eletta nuova presidente del Consiglio delle Chiese di Svezia; quattro rappresentanti dei giovani, di Chiese diverse, sono entrati a far parte del Consiglio; due Chiese sono state accolte come nuovi membri del Consiglio (la Chiesa ortodossa eritrea e l’arcidiocesi di Svezia e Scandinavia della Chiesa ortodossa di Costantinopoli) e una è entrata con lo statuto di “osservatore” (il movimento “Word of Faith”). Questi i principali esiti dell’assemblea annuale del Consiglio delle Chiese svedesi che si è svolta a Uppsala nei giorni scorsi. “Siamo lieti che l’unità si sia approfondita e allargata con l’ingresso di nuove Chiese nella nostra comunità”, ha dichiarato in una nota Karin Wiborn, Segretario generale del Consiglio che ora riunisce 28 Chiese. Con l’obiettivo di “ringiovanire le attività” del Consiglio sono state elette quattro giovani a farne parte. Si è proceduto anche alla successione nella presidenza, occupata a turno da una Chiesa membro: Lasse Svensson (Uniting Church) ha passato il testimone alla Chiesa luterana, con l’arcivescovo Antje Jackelén. Durante i lavori anche gli auguri al neo-nominato cardinale Anders Arborelius, vescovo cattolico di Stoccolma. L’assemblea si è conclusa con una solenne celebrazione nella cattedrale di Uppsala nel segno del 500° anniversario della Riforma, con una predicazione a due voci tra l’arcivescova Jackelén e il presidente della Chiesa pentecostale Daniel Alm.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia