Premio Luzzati: c’è tempo fino al 15 giugno per partecipare con film, cortometraggi, videoclip e documentari

C’è tempo fino al 15 giugno 2017 per partecipare alla selezione del Premio Emanuele (Lele) Luzzati, prima edizione del riconoscimento cinematografico promosso dal Centro Ebraico Italiano Il Pitigliani di Roma dedicato al mondo dei giovani. Possono partecipare al concorso registi di cortometraggi, mediometraggi, lungometraggi, videoclip e documentari, segnalando opere che hanno realizzato sui temi dell’accoglienza e del multiculturalismo. Forte della sua mission educativa, Il Pitigliani desidera offrire un’opportunità ai registi capaci di raccontare il mondo dei ragazzi, selezionando opere dense di contenuti e dai linguaggi ricchi ed espressivi, muovendosi sull’esempio dell’artista Lele Luzzati. Una Giuria internazionale esaminerà poi i lavori decretando il vincitore. Le prime tre opere saranno presentate al Pitigliani Kolno’a Festival 2017, che si svolgerà nel mese di novembre a Roma (per informazioni pkf@pitigliani.it).
Il Premio è intitolato a uno degli artisti ebrei più noti in Italia e all’estero, Emanuele (Lele) Luzzati, nel decennale della sua morte avvenuta il 26 gennaio 2007. Luzzati è noto soprattutto come scenografo e illustratore; ha realizzato – in sodalizio con Giulio Gianini – indimenticabili film d’animazione tra cui: “I paladini di Francia” (1960), “La gazza ladra” (1965), “L’italiana in Algeri” (1968), “Alì Baba” (1970), “Pulcinella” (1973), “Turandot” (1974) e “Il Flauto magico” (1978). Dopo due nomination all’Oscar – con “La gazza ladra” e “Pulcinella” –, Luzzati è stato accolto fra i membri dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences nel 1974.
La prima edizione del Premio, in collaborazione con il Museo Luzzati, rappresenta dunque un incentivo per offrire uno sguardo di senso sui e per i giovani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia