This content is available in English

Attentato a Manchester: Walker (vescovo anglicano), “piangere e pregare. Ma non ci sconfiggeranno”. Appello interreligioso

“Un giorno per piangere i morti, pregare con le loro famiglie e con i feriti e per riaffermare la nostra determinazione affinché coloro che uccidono e fanno a pezzi non ci sconfiggano”. Sono forti e incoraggianti le parole usate dal vescovo anglicano di Manchester, David Walker, nel suo comunicato di questa mattina, con il quale condanna l’atrocità di ieri notte nella quale, durante un concerto di Ariana Grande, sono morte 22 persone, tra le quali alcuni bambini, e altre 59 sono state ferite per mano di un kamikaze. Il vescovo lancia anche un appello interreligioso “a tutte le chiese della città perché trovino tempo e spazio per chi vuole un momento per pregare”. “Come altri grandi città Manchester è un obiettivo scontato per i terroristi”, dice ancora il vescovo, “ma quello che rende questa ultima atrocità particolarmente orribile è la scelta deliberata di un concerto nel quale si sapeva che si sarebbero concentrati molti giovani fans”. Il vescovo Walker ricorda anche come “molte vite saranno stravolte per sempre da questa tragedia” e spiega come “la rabbia provata quando capitano fatti così tragici va trasformata in una forza per il bene”. “Ci stringiamo attorno alle vittime e alle loro famiglie, soprattutto attorno a coloro che i terroristi vogliono allontanare da noi e ricostruiremo il danno fatto alla nostra città come non abbiamo mai fatto prima”, conclude il vescovo della Chiesa di Inghilterra.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia