This content is available in English

Attentato a Manchester: mons. Arnold (vescovo Salford), “uniti in preghiera. Rafforzare solidarietà che tiene insieme la comunità”

“Il mezzo milione di abitanti della città e tutti i cattolici sono uniti nel condannare l’attacco sulla folla che partecipava al concerto di Ariana Grande all’arena di Manchester”. Con queste parole il vescovo cattolico John Arnold, che guida la diocesi di Salford, della quale fa parte la città di Manchester, esprime l’orrore provato dai fedeli e da tutti i cittadini. “Attacchi di questo tipo non hanno alcuna giustificazione”, dice ancora il vescovo Arnold, che ha voluto ringraziare “i servizi di emergenza per la loro pronta e rapida risposta che ha salvato tante vite”. “Ci uniamo in preghiera per tutti coloro che sono morti e anche per i feriti e le loro famiglie e chiunque è stato coinvolto in questa tragedia”. “Dobbiamo tutti impegnarci – aggiunge il vescovo – a lavorare insieme, in ogni modo possibile, per aiutare le vittime e le loro famiglie a costruire e rafforzare la solidarietà che tiene insieme la nostra comunità”. La diocesi di Salford, che conta quasi 300mila cattolici, è una delle più importanti del Regno Unito. Insieme a Liverpool ha accolto alla fine del 1800 migliaia di immigranti irlandesi che hanno ridato vita a una Chiesa quasi scomparsa dai tempi della Riforma di Enrico VIII.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia