Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

+++ Film con Papa Francesco: Wenders (regista), nella pellicola “si rivolgerà direttamente allo spettatore, con un approccio candido e spontaneo” +++

Tutto è nato dall’incontro con mons. Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede. Wim Wenders conosce mons. Viganò da anni, un’amicizia nata grazie all’amore per il cinema. Ed è proprio per lo sguardo originale e sperimentale del regista tedesco, mai privo di poesia e delicatezza, che mons. Viganò lo ha coinvolto prima nella regia con il Centro Televisivo Vaticano per la grande diretta dell’apertura del Giubileo della misericordia a San Pietro, l’8 dicembre 2015, e poi nel progetto del film “Pope Francis. A man of his word” (“Papa Francesco. Un uomo di parola”). “Papa Francesco – commenta al Sir il regista Wenders, tre volte nomination all’Oscar per i suoi documentari, tra cui ‘Il sale della terra’ – è un esempio vivente di un uomo che si batte per ciò che dice. Il Papa nel film si rivolge direttamente allo spettatore, con un approccio così candido e spontaneo. Abbiamo cercato di realizzare un’opera aperta a tutti gli spettatori, senza distinzioni di fede o cultura, proprio perché il messaggio di Francesco è universale”. Il regista Wenders svelerà altri dettagli sul film “Pope Francis. A man of his word” insieme a mons. Viganò il 25 maggio al 70° Festival di Cannes, dove interverranno per un originale dialogo su cinema e spiritualità, in un evento promosso dal “Festival Sacré de la Beauté” (Festivalsacredelabeaute.org). “Pope Francis. A man of his word” sarà distribuito a livello internazionale dalla Focus Features | gruppo NBCUniversal, ed è prodotto da Célestes Images, Centro Televisivo Vaticano, Solares Fondazione delle Arti, PTS Art’s Factory, Neue Road Movies, Fondazione Solares Suisse, e Decia Films.

© Riproduzione Riservata
Chiesa