Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: card. Bagnasco, sui media “silenzio assoluto” su temi etici e “grandi fanfare” su altri argomenti

“Silenzio assoluto” sui temi etici, “grandi fanfare” su altri argomenti. A stigmatizzare il modo in cui i media a volte interpretano il magistero di Papa Francesco è stato il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, conversando ieri sera con i giornalisti alla vigilia dell’assemblea della Cei che eleggerà il nuovo presidente. “Nell’ultima prolusione al Consiglio permanente di marzo – ha rivelato Bagnasco – noi vescovi abbiamo parlato insieme. Ho fatto mie affermazioni, che sono quelle di sempre, su queste tematiche – che sono di tipo umanistico, antropologico – e ci siamo confrontati con i confratelli del Consiglio permanente. Eravamo tutti assolutamente d’accordo e convinti su ciò che ho affermato, tanto è vero che è stato ripreso dal comunicato finale”. “Se noi leggiamo i documenti del Santo Padre, né più né meno dice queste cose”, la tesi del cardinale. L’esempio citato è la Laudato si’, in cui Francesco, “quando parla di ecologia integrale, vuol dire la somma di due cose: l’ecologia della natura e l’ecologia dell’uomo. Soltanto che spesso, nell’opinione generale e attraverso i mezzi di comunicazione, certe tematiche che il Papa tratta, scrivendo o parlando, non emergono. Emerge sempre una parte, sempre quegli aspetti e non altri, eppure il Papa li tratta”. “Come mai?”, si è chiesto Bagnasco: “Eppure ci sono, in modo molto chiaro a volte rivoluzionario”. Sempre nella Laudato si’, ha sottolineato il cardinale, il Papa scrive al n.116 che “nella modernità si è verificato un notevole eccesso antropocentrico”. “Un eccesso – ha osservato Bagnasco -, affermazione straordinaria: nessuno l’ha riportata”. “Poteva essere interpretata dal mondo intero come la Chiesa contro la modernità, ma non è assolutamente vero”, il commento del cardinale: “Il Papa dice ‘eccesso’, che è una parola precisa. Anche un valore buono, quando diventa eccessivo, può diventare negativo. Silenzio assoluto. Su queste cose, che sono rivoluzionarie o rispettano la tradizione della Chiesa, silenzio. Grandi fanfare, invece, su altri argomenti”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa