8xmille: Calabresi (Sovvenire), “in un anno la Chiesa moltiplica il miliardo ricevuto per 11 volte”

“La Chiesa italiana riceve, grazie alle firme dei contribuenti italiani, circa 1 miliardo di euro l’anno impegnandoli per il sostentamento del clero, per esigenze di culto e pastorali e per la carità, sia in Italia che in Paesi in via di sviluppo. Secondo le stime contenute nel volume “L’impegno”, l’impatto delle attività nel campo socio-assistenziale è di circa 11 miliardi di euro l’anno, cioè la Chiesa moltiplica il miliardo ricevuto per 11 volte”. Lo ha affermato questa mattina Matteo Calabresi, direttore nazionale del Servizio Cei per la promozione del sostegno economico alla Chiesa cattolica, nel corso della presentazione della campagna “Chiedilo a loro” per l’8xmille alla Chiesa cattolica. “Quanto spenderebbe lo Stato per le stesse attività”, ha chiesto Calabresi, evidenziando come “la Chiesa è impegnata da anni in uno sforzo di trasparenza sempre più capillare e preciso: oltre al rendiconto annuale, anche nelle diocesi, sul sito 8xmille.it è pubblicata una mappa interattiva in continuo aggiornamento con 11400 interventi relativi agli ultimi 4-5 anni, che ovviamente non sono la totalità di quelli attivati”. Calabresi ha parlato di “progetti esemplari, in vari ambiti, che hanno avuto il contributo dell’8xmille” osservando come “la Chiesa è diventata sempre più un vero e proprio ammortizzatore sociale che riesce in modo tempestivo e capillare a venire incontro alle esigenze delle persone, soprattutto dei più poveri ed emarginati”. “Ho visto l’aiuto economico trasformarsi in speranza concreta per tantissime persone”, ha rilevato Calabresi, facendo riferimento ad interventi per “il reintegro lavorativo per persone con disagio mentale, case di accoglienza per disabili, centri di recupero per le tossicodipendenze o per chi è vittima della tratta prostituzione, cooperative sociali per lavoro giovanile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia