Notizie Sir del giorno: dichiarazione Comunità religiose albanesi su situazione politica, mondo ecumenico e riforma Chiesa cattolica, “Uno di noi”

Albania: dichiarazione congiunta delle Comunità religiose sulla situazione politica. “Al primo posto il bene del Paese”

“Noi, Comunità religiose dell’Albania – Comunità Musulmana, Chiesa Ortodossa Autocefala, Chiesa Cattolica, Comunità Bektashi e Fraternità Evangelica – in accordo con la natura della nostra missione, sentiamo una grande responsabilità spirituale e morale verso i credenti delle nostre comunità, così pure per l’intera società albanese. Tramite questo appello comune, prendendo spunto dalla situazione recentemente creatasi nel Paese, desideriamo rivolgerci alla classe politica e a tutti coloro che hanno responsabilità istituzionale, per il bene del Paese, come abbiamo fatto anche in altre occasioni nel passato”. Comincia così il documento appena diffuso dalle Comunità religiose presenti nel Paese delle Aquile, riguardante la situazione politica. (clicca qui)

“Uno di noi”: consegnata al presidente del Parlamento europeo la petizione sottoscritta da medici e giuristi

Questo pomeriggio il presidente onorario del Movimento per la vita, Carlo Casini, ha consegnato nelle mani del presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, la petizione con cui migliaia di medici e giuristi chiedono alla Ue di non finanziarie più attività che distruggono embrioni umani. La petizione è accompagnata dalle firme su carta di tremila esperti italiani nel campo della medicina e del diritto – tra cui 157 docenti universitari – e da un dischetto che contiene già numerose altre sottoscrizioni, mentre altre ancora se ne stanno aggiungendo e se ne aggiungeranno prossimamente. (clicca qui)

Ecumenismo: mons. Farrell (Santa Sede), “mondo ecumenico guarda a riforma Chiesa cattolica come fonte di speranza”

(Castel Gandolfo) – “Cosa sta facendo Papa Francesco di così interessante? Non è solo una questione del suo stile, della sua semplicità e della sua schiettezza, o della sua richiesta di umiltà, di discernimento e di servizio, del suo impegno nei confronti dei poveri e degli svantaggiati. Egli sta introducendo, con fermezza, elementi di reale riforma nel modo in cui la Chiesa amministra sé stessa e svolge la sua missione nel mondo”. Lo ha detto monsignor Brian Farrell, segretario del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, intervenendo questo pomeriggio a Castel Gandolfo alla 59ª Settimana ecumenica promossa dal Movimento dei Focolari, dal titolo: “Camminando Insieme. Cristiani sulla via verso l’unità”. (clicca qui)

Russia: Mosca, veglia di Pentecoste. Mons. Pezzi invita i cristiani a pregare insieme

“Cari fratelli e sorelle, vi invito tutti, ma soprattutto i giovani, a partecipare alla veglia di preghiera, che si terrà nella cattedrale il 3 giugno alle ore 21, alla vigilia della Pentecoste”. Così l’arcivescovo di Mosca Paolo Pezzi chiede a tutti di unirsi alla serata di preghiera in preparazione alla festa della Pentecoste che quest’anno vuole “dedicare alla preghiera per i cristiani, nostri fratelli e sorelle che sono perseguitati in tutto il mondo, soprattutto in Terra Santa e nel Medio Oriente”. Inoltre quest’anno mons. Pezzi scrive di aver “deciso di invitare a questa veglia cristiani di altre confessioni che sono a Mosca, e che desiderano partecipare alla preghiera insieme a noi”. (clicca qui)

Migranti: nel 2017 oltre 43mila hanno attraversato il Mediterraneo

(DIRE-SIR) – “Abbiamo verificato che, da venerdì scorso, oltre 6.000 persone hanno attraversato il Mediterraneo per raggiungere l’Italia, portando il totale di quest’anno a oltre 43.000. Questi arrivi massicci, e il fatto che più di 1.150 persone abbiano perso la vita nel 2017 nel tentativo di raggiungere l’Europa, dimostrano come il salvataggio in mare sia ora più cruciale che mai”. Ecco le parole dell’Alto Commissario Onu per i Rifugiati (Unhcr), Filippo Grandi, a proposito degli ultimi dati riguardanti la rotta del Mediterraneo centrale, di gran lunga la più utilizzata da richiedenti asilo e migranti per raggiungere l’Europa. (clicca qui)

Venezuela: Celam, “una vera e propria crisi umanitaria”

“Ci preoccupano e ci addolorano le morti, la violenza, la carenza di ciò che è fondamentale per vivere, la violazione dei diritti umani e, per finire, la sofferenza che ha coinvolto il popolo venezuelano, fino ad arrivare a soffrire una vera e propria crisi umanitaria”. È quanto scrivono i vescovi del Celam (Consiglio episcopale latinoamericano) in un comunicato, diffuso ieri, a firma della presidenza dell’organismo ecclesiale e, in particolare, del presidente, il card. Rubén Salazar Gómez, sulla situazione del Venezuela. (clicca qui)

Lampedusa: il marrobbio mette in ginocchio l’isola. Il parroco, “ingenti danni per i pescatori”

“Questa notte, ancora una volta, la nostra Isola ha sentito forte la potenza della natura venuta a ricordarci la nostra piccolezza e fragilità. Ringraziamo la Vergine di Porto Salvo perché sono salve le vite, ma ingenti danni materiali hanno colpito i nostri pescatori”. Così don Carmelo La Magra, parroco a San Gerlando, a Lampedusa, ha commentato a caldo il marrobbio, ossia una rapidissima variazione del livello del mare, che ha colpito la più grande delle Pelagie. Questa mattina prestissimo, due pescherecci e alcune piccole imbarcazioni da diporto sono affondati a causa del fenomeno. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia