Germania: accoglienza profughi, “La diversità unisce”. Documento comune cattolico, evangelico e ortodosso

In vista della 42ma settimana interculturale, che si terrà in Germania dal 24 al 30 settembre prossimi, e che avrà per titolo “La diversità unisce”, è stato pubblicato un documento comune delle Chiese cattolica, evangelica e ortodossa. Il presidente del Conferenza episcopale tedesca, il cardinale Reinhard Marx, il presidente del Consiglio della Chiesa evangelica in Germania (Ekd), il vescovo Heinrich Bedford-Strohm, e il presidente della Conferenza dei vescovi ortodossi, il metropolita Augoustinos, sono intervenuti nel dibattito sul trattamento dei rifugiati: “Come chiese cristiane lo affermiamo in tutta chiarezza: la politica che alimenta la xenofobia, che sottolinea unilateralmente la paura dell’alienazione degli interessi nazionali, che mantiene una comprensione culturale nazionalista e mette in dubbio le libertà fondamentali è un atteggiamento incompatibile per il cristiano”, hanno scritto i rappresentanti delle Chiese, evidenziando la convinzione che la Germania è molto impegnata per l’accoglienza dei rifugiati, ma non è sopraffatta: la dichiarazione congiunta afferma che “la Germania ha visto la sua società svilupparsi nella vita di tutti i giorni con i colori di generazioni di persone che sono immigrate”, e “oggi i loro figli e nipoti sono una parte naturale della nostra società”, scrivono Marx, Bedford-Strohm e Augoustinos. Tutto ciò anche grazie alle “centinaia di migliaia di volontari nelle parrocchie, associazioni, iniziative spontanee e di volontariato che hanno svolto un ruolo fondamentale con la cultura dell’integrazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia