Vita consacrata: fra Giovanni Voltan eletto ministro della Provincia Italiana S. Antonio di Padova dei Frati minori Conventuali

Padre Giovanni Voltan è confermato per un nuovo quadriennio alla guida della “Provincia italiana di Sant’Antonio di Padova” dei frati minori conventuali. La “fumata bianca” a mezzogiorno di oggi, al primo scrutinio, quello a suffragio universale tra i 267 religiosi votanti per lettera, con il 70% del consenso. Gioia tra i frati capitolari riuniti a Camposampiero nell’accogliere la conferma del mandato di Ministro provinciale conferito a padre Giovanni Voltan. Un’elezione importante, anche perché a memoria dei presenti non era mai accaduto nella storia dell’attuale Provincia (e nemmeno nell’esperienza della ex Provincia Patavina) che il provinciale risultasse eletto direttamente a suffragio universale per lettera al primo scrutinio. Padre Giovanni, visibilmente commosso, ha accolto il servizio chiedendo il sostegno di tutti i frati, anche nella preghiera. Dopo l’elezione, ha prestato giuramento nelle mani del Ministro Generale dell’Ordine, padre Marco Tasca. Nelle prossime giornate capitolari padre Voltan individuerà il gruppo dei collaboratori più stretti chiamati “definitori” e lo sottoporrà all’approvazione dei frati riuniti a capitolo.
Nato a Padova il 12 gennaio 1962, padre Voltan nel 1973 sono entrato nel seminario minore dei Frati Minori Conventuali a Camposampiero, a 20 anni novizio presso la Basilica del Santo, ha emesso la professione temporanea dei voti (8 settembre 1982). Dopo la professione definitiva il 25 marzo 1988; il 16 dicembre 1989 è stato ordinato sacerdote dal vescovo di Gorizia, mons. Antonio Vitale Bommarco. Nel 2007 è diventato responsabile a Camposampiero dei frati professi solenni sino al marzo 2009 quando, nel Capitolo provinciale ordinario, il 13 marzo è stato eletto vicario provinciale di quella che allora era denominata “Provincia Patavina di S. Antonio”. Il 12 aprile 2013 ha accolto il servizio propostogli dai frati capitolari nel primo capitolo della nuova Provincia religiosa “Provincia Italiana di Sant’Antonio di Padova” (che ha unito la “Provincia Patavina” e la “Provincia Bolognese”) avviando tanti progetti di ridefinizione dei servizi e dell’impegno religioso dei frati coinvolti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia