Sir: le principali notizie di oggi dall’Italia e dal mondo. Consiglio europeo su migranti e futuro Ue. Malta, crollata “Finestra azzurra”

Nuova sede del Consiglio europeo

Ue: Capi di Stato e di governo nel nuovo Europa Bulding discutono di migrazioni, economia e 60° dei Trattati

Taglio del nastro per l’Europa Bulding, il nuovo edificio nel cuore del quartiere europeo di Bruxelles, che oggi e domani ospita il summit del capi di Stato e di governo Ue. La seduta odierna prevede, dopo il discorso di esordio del neo presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, un fitto confronto su migrazioni, situazione economica e politica commerciale, sicurezza e difesa. Venerdì si terrà invece una riunione informale dei 27 capi di Stato e di governo dell’Unione – senza la premier britannica Theresa May – per preparare il 60º anniversario dei Trattati che sarà celebrato a Roma il 25 marzo (il giorno precedente i leader europei sono invitati in Vaticano per una udienza con Papa Francesco). Nella bozza di Dichiarazione che dovrebbe essere approvata in Campidoglio, l’intento di rilanciare l’integrazione politica, un appello all’unità e forse – se sarà approvato dai presenti – un riferimento a una Europa a più velocità. Nel testo gli Stati aderenti sono chiamati a “lavorare insieme” per “promuovere il bene comune, fermo restando che alcuni di noi possono avanzare più strettamente, più velocemente e più lontano in alcune aree”. Il presidente del Consiglio europeo, il polacco Donald Tusk, il cui mandato dovrebbe essere confermato per altri due anni e mezzo, ieri ha spiegato che il 24 marzo si svolgerà a Roma un summit dedicato al “pilastro sociale” dell’Unione.

Migranti: richiamo all’Italia dal Consiglio d’Europa. E Gentiloni cita Mago Merlino

“L’Italia deve migliorare la capacità di accoglienza del proprio sistema di asilo e le politiche di integrazione, prevenire la tratta di esseri umani e combattere la corruzione nel campo dei servizi collegati all’immigrazione”: sono alcune delle raccomandazioni contenute nel rapporto pubblicato ieri a Strasburgo dal Rappresentante speciale del Segretario generale del Consiglio d’Europa per le migrazioni e i rifugiati. L’ambasciatore Tomáš Boček ha riconosciuto le “sfide enormi” che sta affrontando l’Italia, senza peraltro poter contare, sostanzialmente, sulla solidarietà degli altri Stati europei. Eppure Roma deve rafforzare le pratiche dei rimpatri degli immigrati che non hanno diritto alla protezione internazionale e all’asilo e “rafforzare la tutela dei minori rifugiati e migranti”. Alle osservazioni del Consiglio d’Europa ha risposto il presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni, ricordando che il gigantesco fenomeno dei flussi (180mila arrivi lo scorso anno) “non lo cancella neanche Mago Merlino”. Sempre da Strasburgo arriva una presa di posizione del Commissario per i diritti umani che si dice “preoccupato” per la nuova legge ungherese che prevede la detenzione automatica dei richiedenti asilo. Il provvedimento permetterebbe di rinchiudere “anche famiglie con bambini e minori non accompagnati, a partire dai 14 anni, in container recintati da filo spinato”. Nils Muižnieks, Commissario per i diritti umani, ricorda, secondo la giurisprudenza della Corte europea, che “privare automaticamente tutti i richiedenti asilo della propria libertà sarebbe una chiara violazione degli obblighi dell’Ungheria derivanti dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo”.

Soverato: ragazzi investiti da un treno, morto un tredicenne. Sui binari per un selfie?

Tragedia a Soverato (Calabria): tre ragazzi, tutti 13enni, sono stati investiti ieri sera da un treno diretto a Reggio Calabria, uno dei quali è morto sul colpo. La magistratura e le forze dell’ordine stanno indagando sul fatto, i cui contorni non sono ancora chiariti. Sembrerebbe che i tre adolescenti volessero scattare un selfie, rimanendo il più a lungo possibile sui binari prima dell’arrivo del convoglio. L’incidente è accaduto fra le stazioni di Soverato e Montauro, sulla linea ferroviaria jonica.

Fisco: in vigore la “tassa dei Paperoni” per far arrivare in Italia gli stranieri ricchi

È in funzione da oggi la “flat tax”, subito ribattezzata “tassa dei Paperoni”, che consente alle persone facoltose, e ai loro familiari, di iscriversi al fisco italiano, versando una tassa di ingresso forfettaria di 100mila euro (25mila per i parenti). L’agevolazione riguarderà chi è residente all’estero (stranieri o anche italiani) da almeno 9 periodi d’imposta negli ultimi 10 anni. L’Agenzia delle Entrate spiega: “’L’opzione, introdotta con la Legge di bilancio 2017, prevede il pagamento di un’imposta forfettaria di 100mila euro per ciascun periodo d’imposta per cui viene esercitata, al fine di attrarre e incentivare il trasferimento della residenza nel nostro Paese degli High net worth individual, ossia delle persone con un alto patrimonio”. Contrarie al provvedimento – già in atto in alcuni altri Paesi esteri – alcune forze politiche di opposizione.

Malta: crolla la “Finestra azzurra”, arco roccioso simbolo di Gozo e ripreso in “Game of Thrones”

“The site from where one could admire it-Tieqa tad-Dwejra. Heartbreaking”. È stato il premier maltese Joseph Muscat ad annunciare, “con profonda tristezza” e mediante un tweet, il crollo di una delle più note bellezze naturali d’Europa e simbolo dell’isola di Gozo. La “Finestra azzurra” scavata nei secoli dal mare, è crollata ieri, erosa dal tempo e colpita infine da una fortissima tempesta. L’arco naturale era tra le maggiori attrazioni turistiche di Malta. Già da tempo era stata segnalata la situazione precaria dell’arco roccioso; era stato anche vietato ai turisti di salirvi. Ma i venti degli ultimi giorni che hanno colpito Gozo hanno infine causato il crollo irreparabile. La “Finestra azzurra” era stata fra l’altro resa nota apparendo in diverse pellicole cinematografiche e serie televisive, fra le quali “Game of Thrones”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia