Salute: Cnb, sul sito della Presidenza del Consiglio una mozione per una politica di accesso equo a farmaci innovativi ad alta efficacia per patologie gravi

È stata pubblicata oggi sul sito della Presidenza del Consiglio la “Mozione per una politica di accesso equo a farmaci innovativi ad alta efficacia per patologie gravi: riduzione dei prezzi e contenimento dei costi a carico del Ssn e dei cittadini”. Nel testo, elaborato da Lorenzo d’Avack, Silvio Garattini e Carlo Petrini, il Comitato nazionale per la bioetica (Cnb) esprime “forte preoccupazione per le condizioni di salute di centinaia di migliaia di pazienti in Italia affetti da gravi patologie, come l’epatite C e alcune malattie oncologiche, nonostante siano oggi a disposizione nuovi farmaci in grado di curarle o di modificarne la storia naturale in modo efficace”. “La difficile accessibilità ai farmaci essenziali e innovativi, dovuta al loro altissimo prezzo, deriva da esigenze diverse e contrastanti – si legge in un comunicato stampa del Comiitato nazionale di bioetica -: essa è il risultato della necessità di promuovere innovazione e ricerca, anche se i tempi previsti dall’attuale disciplina per la protezione della proprietà intellettuale sono obiettivamente troppo lunghi”. Inoltre, “tale difficile accessibilità confligge con il diritto universale alla salute, gli aspetti di sanità pubblica e la sostenibilità del sistema sanitario pubblico”.
La tutela dell’iniziativa economica privata e quindi della proprietà industriale (brevetti ecc.) dovrà essere bilanciata “con il diritto alla salute delle persone”. Non si tratta “semplicemente di regolare il mercato come istituzione di utilità sociale, ma quando è in gioco un valore fondamentale come la salute, occorre fare in modo che la logica del profitto non escluda le categorie più marginalizzate da cure efficaci”.
Per sanare le disuguaglianze e per garantire l’accesso universale alle cure e ai farmaci, “il Comitato sente il dovere di invitare le Istituzioni competenti del nostro Paese a elaborare ragionevoli scelte di politica sanitaria dirette ad una equa allocazione delle risorse e rendere disponibili, il prima possibile, i farmaci innovativi di provata efficacia per i pazienti affetti da patologie gravi, nel rispetto dei criteri clinici”. Info: http://presidenza.governo.it/bioetica/mozioni/index.html

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia