Notizie Sir del giorno: Papa a Die Zeit, card. Bagnasco su Europa, adozioni gay a Firenze, a Barcellona “Fiera delle buone pratiche” per la pastorale giovanile

Papa Francesco: a Die Zeit, “il populismo è cattivo”. Preoccupazione per la situazione in Europa

“Il populismo è cattivo e alla fine finisce male, come ci mostra il secolo scorso”. Ad affermarlo è il Papa, in un’intervista concessa al settimanale tedesco “Die Zeit”, in cui a proposito di cattivi populismi cita Adolf Hitler. Francesco si dice preoccupato per i populismi in Europa. (clicca qui)

Card. Bagnasco: in un’intervista il racconto di due viaggi ecumenici e le prospettive future per l’Unione europea

Due importanti viaggi ecumenici: il primo a Mosca per un incontro con il Patriarca Kirill; il secondo a Istanbul dal Patriarca Bartolomeo I. Il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana e del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (Ccee), ha vissuto in queste ultime settimane due importanti tappe per il dialogo ecumenico, che riguardano l’Italia e l’Europa. Al Sir racconta il “senso” di questi due incontri e riflette sulle prospettive future per il Vecchio Continente, alla vigilia del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma. (clicca qui)

Adozioni gay a Firenze: Renard (Fafce), “decisione scioccante. Niente obbliga uno Stato, in materia di famiglia, a riconoscere le leggi di un altro”

“Come può un tribunale dichiarare che due uomini siano i padri di uno stesso bambino? Il Tribunale si è preso una libertà estremamente sorprendente e profondamente scioccante, che non trova episodi simili in altri Paesi europei”. Antoine Renard, presidente della Federazione europea delle Associazioni familiari cattoliche (Fafce) spiega così, al Sir, le sue “forti perplessità” sulla decisione del Tribunale per i minorenni di Firenze, il quale ha accolto la richiesta di riconoscimento di adozione di due bambini, tra loro fratelli, pronunciata da parte di una Corte britannica a favore di una coppia di uomini. (clicca qui)

Vescovi messicani: “inaccettabile” l’eventualità “che vengano separate le famiglie provenienti dal nostro Paese che entrano” negli Usa

È “inaccettabile” la possibilità “che vengano separate le famiglie messicane che entrano in territorio statunitense”. Lo dichiara la Conferenza episcopale messicana (Cem) commentando uno dei possibili provvedimenti ventilati dall’amministrazione Trump (cioè di separare i minori dalle proprie madri in caso d’ingresso illegale negli Usa), nel comunicato diffuso a conclusione dei lavori del proprio Consiglio permanente, presieduto dal presidente della Cem, il card. José Francisco Robles Ortega, arcivescovo di Guadalajara. (clicca qui)

Papa Francesco e social network: mons. Ruiz (Segreteria per la Comunicazione), utilizzati per “prolungare il ministero petrino”

“I social network sono una realtà che fa parte della cultura. Dunque la Chiesa non può mancare. Il Papa ha scelto di essere ancora più presente e, dopo Twitter, di aprire un profilo su Instagram per affiancare l’immagine alla parola. È il modo di prolungare il ministero petrino attraverso i nuovi media, accompagnando la gente”. Lo dice al Sir monsignor Lucio Adrian Ruiz, segretario della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, che ha partecipato nei giorni scorsi al workshop “Twitter Diplomacy at the Holy See” in Vaticano. (clicca qui)

Ccee: a Barcellona la “Fiera delle buone pratiche” per accompagnare la pastorale giovanile
Sarà Barcellona a ospitare il Simposio europeo sull’accompagnamento dei giovani, promosso dal Ccee e in programma dal 28 al 31 marzo prossimo. In parallelo, il Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa lancia oggi la Fiera delle buone pratiche, in programma per giovedì 29 marzo. “Con questa Fiera delle buone pratiche vogliamo mostrare il dinamismo e la creatività della Chiesa in Europa”, informa don Michel Remery, vice segretario generale Ccee. (clicca qui)

Comece: dibattito su “Migrazioni e sviluppo umano integrale” e assemblea su “Ripensare l’Europa”

Esplorare “che cosa le politiche su migrazioni e asilo dovrebbero tenere in considerazione per tutelare i diritti primari delle persone e assistere i Paesi meno sviluppati nel loro sviluppo integrale” è l’obiettivo del dibattito su “Migrazioni e sviluppo umano integrale” che la Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece) organizza il 23 marzo a Bruxelles, a cinquant’anni dalla pubblicazione dell’enciclica sociale di Papa Paolo VI, “Populorum progressio”. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia