Legge contro la povertà: Costalli (Mcl), “passo avanti importante” ma “le risorse sono ancora poche”

“Il via libera definitivo da parte del Senato al ddl sul contrasto alla povertà è sicuramente un passo avanti importante, anche se le risorse sono ancora poche…”. Questo il commento del presidente del Movimento cristiano lavoratori (Mcl), Carlo Costalli, al via libera del Senato alla legge delega per il Piano nazionale contro la povertà. “Adesso – prosegue – ci aspettiamo in tempi brevissimi il decreto di applicazione: di tempo ne abbiamo già perso molto”. Per il presidente del Mcl, il contrasto alle povertà è “un impegno che va perseguito con forza e costanza nel tempo, soprattutto con un progetto complessivo di crescita del Paese che crei le condizioni per rilanciare l’occupazione. La mancanza di lavoro, infatti, è il vero nemico della povertà: sia morale sia economica”. “Non ci convincono affatto, invece, le decisioni prese riguardo alla ‘flat tax’ – aggiunge -, conseguente all’ultima legge di bilancio del Governo Renzi…”. Per Costalli, si tratta di “un trattamento di favore riservato ai ‘paperoni’ (che di agevolazioni ne hanno già troppe…). Un provvedimento assolutamente inopportuno e che, inevitabilmente, creerà nel nostro popolo perplessità e malumori”. “C’è bisogno di onestà e di equità – il monito del presidente di Mcl –  non di continue sanatorie più o meno mascherate. Ma, soprattutto, il Paese ancora aspetta politiche fiscali serie per le nostre famiglie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia