Ccee: a Barcellona la “Fiera delle buone pratiche” per accompagnare la pastorale giovanile

Sarà Barcellona a ospitare il Simposio europeo sull’accompagnamento dei giovani, promosso dal Ccee e in programma dal 28 al 31 marzo prossimo. In parallelo, il Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa lancia oggi la Fiera delle buone pratiche, in programma per giovedì 29 marzo. In queste settimane il Ccee sta raccogliendo una serie di iniziative che toccano vari ambiti della pastorale (catechesi, vocazioni, pastorale giovanile…) “e che hanno mostrato – si legge in una nota – la loro buona accoglienza presso i giovani”. “Con questa Fiera delle buone pratiche vogliamo mostrare il dinamismo e la creatività della Chiesa in Europa”, informa don Michel Remery, vice segretario generale Ccee. “Si tratta spesso di iniziative volute e promosse dai giovani stessi, che mostrano bene – afferma – come gli stessi giovani non sono solo fruitori di servizi, ma i principali protagonisti della loro pastorale se adeguatamente accompagnati. A Barcellona, i partecipanti potranno farsi ispirare dalle iniziative presentate e portare a casa idee nuove”. Tra le iniziative che i partecipanti potranno scoprire a Barcellona (presenti nel sito symposium2017.ccee.eu) si segnalano “Valerie und der Priester” (Valeria e il prete), iniziativa seguita mensilmente su facebook da oltre 1,3 milioni di persone di una giovane giornalista tedesca che ha osservato per un anno la vita di un giovane sacerdote; o l’iniziativa maltese “Prayer spaces school” (Spazi di preghiera nelle scuole) che aiuta bambini e giovani a esplorare i temi della vita e della fede.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia