Card. Montenegro: agli studenti agrigentini, “amate la vostra città e indignatevi se qualcuno la rovina”

“Se voi siete in luoghi come questi vuol dire che vi state impossessando della vostra città. Diventate non soltanto abitanti distratti ma sentitevi interessati – oso dire proprietari – di questa città che sta invecchiando troppo”. Così l’arcivescovo di Agrigento, il cardinale Francesco Montenegro, si è rivolto agli studenti del liceo Leonardo durante la cerimonia che ha ufficializzato l’adozione della chiesa di san Gregorio degli Oblati da parte dell’istituto scolastico agrigentino. “Nonostante ci siano tanti giovani – ha aggiunto -, Agrigento è una città che non sa guardare avanti e gli unici che potrebbero farlo siete voi”. “Il futuro parte oggi”, ha ammonito il cardinale, secondo cui “se voi amate questa città, diventerà uno scrigno prezioso. Ma le perle più belle sarete voi”. Per l’arcivescovo, “è una necessità per questa città vedere dei giovani che si interessano ad essa e facciano qualcosa”. “Il fatto di essere qui a scoprire questo gioiello del passato diventa per noi una consegna”, ha proseguito Montenegro, rilevando che ad Agrigento “tante ricchezze che abbiamo sono dimenticate” e che “ci sono angoli straordinari, che non occorre andare ad Assisi o a Orvieto”. L’arcivescovo ha invitato i giovani a “fare cose belle in modo che domani, chi verrà ad Agrigento o chi ci abita si sentirà in debito con voi”. “Sentite vostra questa Chiesa – ha concluso Montenegro – ma sentite vostro tutto ciò che c’è ad Agrigento, come la cattedrale, che è ancora chiusa. Amate la vostra città, scopritene le cose belle, difendetele a denti stretti e indignatevi se qualcuno rovina la città”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia