Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Consulta femminile: Houshmand (teologa iraniana), “le donne creano arcobaleno benedetto per cultura religiosa e umana”

“Un giorno benedetto”, quello di oggi, perché si presenta “una creatura veramente benedetta”: così ha voluto presentare la Consulta femminile nata in seno al Pontificio Consiglio della Cultura uno dei suoi membri, Shahrazad Houshmand, teologa iraniana e docente di studi islamici e di lingua e letteratura persiana, oggi in Sala Stampa vaticana. “La nascita della Consulta femminile è, da un lato, un’ parto naturale’ all’interno del Pontificio Consiglio della cultura, perché la donna nel cristianesimo ha un ruolo fondamentale, sia a Natale” per la nascita di Gesù, grazie al sì di Maria, sia “nella Pasqua, quando a una donna viene dato il compito di annunciare la risurrezione”. Ma questa nascita è anche “rivoluzionaria: lo stesso Dicastero al cui interno è sorta la Consulta è conseguenza di un’altra nascita benedetta e rivoluzionaria che è il Concilio Vaticano II”. “Una società – ha proseguito – è veramente umana quando si nutre della sua cultura. La stessa vita è affidata alla donna, quindi la presenza della donna nella cultura è naturale. La Consulta femminile è stata creata in modo spirituale, ma il card. Ravasi ha avuto l’intuizione di scegliere come membri tutte donne attive nella società, appartenenti diverse religioni e nazioni. L’arcobaleno della Consulta può costituire un servizio al bene comune della società, grazie alla presenza accogliente e sapiente delle donne. Noi vogliamo essere accanto al Dicastero in modo attivo”. Infatti, “ogni donna sa che la pienezza della vita si raggiunge quando si va incontro all’altro”. Parlando del ruolo di Maria, la Madre di Gesù, nelle religioni, Houshmand ha evidenziato: “Crea riconciliazione in una nazione, così, in Libano, che nel suo nome il 25 marzo vivrà la Giornata della riconciliazione tra cristiani e e musulmani”. “Il femminile – ha concluso – crea un arcobaleno benedetto per la cultura religiosa e umana”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa