Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Clero: la Faci celebra i 100 anni con tre incontri a Vicenza, Pompei e Assisi

Tre appuntamenti in giro per l’Italia per celebrare i 100 anni della Federazione tra le associazioni del clero in italia (Faci) che conta 10mila tesserati tra vescovi, preti e diaconi, offrendo loro assistenza in vari campi: da quello giuridico, tributario e previdenziale, a quello tecnico-ingegneristico e architettonico. Vicenza, Pompei e Assisi ospiteranno i tre incontri sulle nuove sfide della Faci nel contesto attuale. A Vicenza, il 13 marzo l’incontro della Faci sarà ospitato all’interno di Koiné, la 17° rassegna internazionale di arredi, oggetti liturgici e componenti per l’edilizia di culto. Dopo il saluto di monsignor Beniamino Pizziol, vescovo di Vicenza, interverranno il presidente dell’Istituto Diocesano per il sostentamento del clero di Vicenza, monsignor Antonio Marangoni, il consigliere nazionale della Faci, monsignor Umberto Oltolini, e il sottosegretario della Cei, monsignor Giuseppe Baturi. A Pompei, il 20 giugno, il convegno si terrà al Centro Educativo Bartolo Longo del Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario. Sono previsti gli interventi dell’arcivescovo Tommaso Caputo, delegato pontificio, del presidente della Faci, don Francesco Scalmati, e di monsignor Marangoni, nella sua qualità di esperto di archivistica e conservazione dei beni culturali ecclesiastici. L’arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe, celebrerà una messa per i partecipanti. Ad Assisi, infine, l’evento sarà ospitato il 24 ottobre al Sacro Convento. Ad aprire i lavori sarà il vescovo, monsignor Domenico Sorrentino, mentre la relazione di base sugli aspetti pastorali e amministrativi nella spiritualità presbiterale sarà affidata al cardinale Beniamino Stella, prefetto della Congregazione del clero. Sarà invece il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia, a presiedere la messa conclusiva. Tre incontri nel solco dell’impegno in difesa dei sacerdoti che all’inizio del secolo scorso attraversavano momenti difficili a causa delle leggi eversive che avevano privato la Chiesa dei suoi beni e dall’anticlericalismo che le accompagnava. Oggi la Faci continua a stare vicino ai sacerdoti nelle loro esigenze pastorali e personali grazie alla sua presenza sul territorio, alla rete di consulenti che offrono il loro servizio presso la sede centrale di Roma, all’impegno dei suoi rappresentanti all’interno del Fondo clero dell’Inps, oltre che con la rivista “L’amico del clero”.

 

© Riproduzione Riservata
Italia