Avvenire: i temi della prima pagina di domani 7 marzo. Divieto temporaneo di ingresso in Usa per rifugiati, l’incendio di Rignano, la denatalità in Italia

“Avvenire” dedica il suo titolo principale al rinnovo, deciso dal presidente americano Trump, del divieto temporaneo di ingresso per i rifugiati e per tutti coloro che provengono da sei Paesi mediorientali. Si tratta degli stessi Paesi colpiti dal precedente decreto, con l’esclusione dell’Iraq. E subito si annuncia una nuova serie di proteste contro le misure restrittive. Alle vicende americane legate alle migrazioni si collegano anche quelle italiane: a Rignano si indaga sull’incendio, probabilmente doloso, che ha distrutto il cosiddetto ghetto dei braccianti.
L’articolo di fondo si concentra sull’altra grande notizia del giorno, ovvero l’allarme demografico per il nostro Paese, con un ulteriore decremeto di nascite e popolazione nel 2016, certificato dall’Istat. “Lo scorso anno in Italia sono nati 474mila bambini, l’ennesimo record negativo, 12mila culle in meno rispetto al 2015 – scrive Massimo Calvi -. Ci troviamo all’interno di una trasformazione epocale. Non è solo un problema di generazioni che sempre meno fanno esperienza della maternità e della paternità, è il perimetro stesso della famiglia a essere aggredito: le coppie con figli sono ormai in minoranza, il 22,5%, rispetto a quelle senza prole (25%) e ai single. Fino a che punto è una libera scelta?”.
A centro pagina il vertice europeo a quattro di Parigi. Poi richiami dedicati agli approfondimenti di Avvenire: un’inchiesta sul nuovo ruolo in Africa del Marocco; la condizione delle donne alla vigilia dell’8 marzo e il disegno di legge sul fine vita. La finestra Agorà-cultura chiude la prima pagina con un inedito dello studioso Todorov, a un mese dalla scomparsa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori