Papa Francesco: “promuovere un’adeguata formazione musicale” per i sacerdoti

Vaticano, (Sala Clementina), 4 marzo 2017: udienza di Papa Francesco ai partecipanti al Convegno Internazionale di Musica Sacra (foto SIR/L'Osservatore Romano)

“Promuovere un’adeguata formazione musicale, anche in quanti si preparano a diventare sacerdoti, nel dialogo con le correnti musicali del nostro tempo, con le istanze delle diverse aree culturali, e in atteggiamento ecumenico”. E’ l’invito rivolto oggi da Papa Francesco ai partecipanti al convegno su “Musica e Chiesa: culto e cultura a 50 anni dalla Musicam sacram”, organizzato dal Pontificio Consiglio della cultura e dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica, in collaborazione con il Pontificio Istituto di musica sacra e il Pontificio Istituto liturgico dell’Ateneo Sant’Anselmo. “Certamente l’incontro con la modernità e l’introduzione delle lingue parlate nella Liturgia ha sollecitato tanti problemi: di linguaggi, di forme e di generi musicali – ha osservato -. Talvolta è prevalsa una certa mediocrità, superficialità e banalità, a scapito della bellezza e intensità delle celebrazioni liturgiche”. Per questo, ha aggiunto, “i vari protagonisti di questo ambito, musicisti e compositori, direttori e coristi di scholae cantorum, animatori della liturgia, possono dare un prezioso contributo al rinnovamento, soprattutto qualitativo, della musica sacra e del canto liturgico”. Da qui l’importanza di “promuovere un’adeguata formazione musicale” rivolta ai futuri sacerdoti.

Vaticano, (Sala Clementina), 4 marzo 2017: udienza di Papa Francesco ai partecipanti al Convegno Internazionale di Musica Sacra

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori