Papa a Genova: don Carzino (diocesi), “la decisione di incontrare i lavoratori ci riempie di gioia”

“La decisione di Papa Francesco di incontrare i lavoratori durante uno degli eventi principali della sua visita alla città di Genova è un fatto che ci riempie di gioia”. A parlare è don Gian Piero Carzino, direttore dell’Ufficio per la vita sociale e mondo del lavoro della diocesi di Genova. Don Carzino ha auspicato che l’incontro che Papa Francesco avrà il prossimo 27 maggio con il mondo del lavoro presso l’Ilva di Cornigliano possa essere, da un lato, “un segno e una occasione di vicinanza ai lavoratori”, e dall’altro, “un’occasione per mettere nuovamente il lavoro e le sue problematiche al centro dell’agenda politica e sociale della città”. “La situazione lavorativa – ha affermato – è sotto gli occhi di tutti. Sappiamo che non è sufficiente pregare ma per noi cristiani pregare è la prima cosa pertanto la Messa per il mondo del lavoro che celebreremo domani in occasione della solennità di San Giuseppe sarà certamente un modo per pregare per tutte le difficoltà legate al lavoro”. “La Chiesa genovese – ha proseguito il direttore dell’Ufficio diocesano per la vita sociale e mondo del lavoro – ha rapporti quotidiani e personali con i lavoratori e con il mondo del lavoro”. Rapporti che negli ultimi tempi hanno visto anche la nascita di nuove iniziative come il Percorso diocesano di formazione alla politica, che ha visto tra i relatori vari esponenti di realtà imprenditoriali e aziendali locali, la Missione dei giovani ai giovani, e il Tavolo di confronto e condivisione sui temi del lavoro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia