Unione europea: il 6 aprile a Bruxelles la premiazione dei 28 vincitori del concorso “Juvenes Translatores”

Saranno invitati il 6 aprile a Bruxelles i 28 giovani vincitori del concorso annuale di traduzione “Juvenes Translatores”, indetto dalla Commissione europea e giunto alla decima edizione. I 28 studenti delle scuole secondarie superiori, uno per ciascuno Stato membro, saranno premiati dal commissario Ue responsabile per il Bilancio e le risorse umane, Günther Oettinger. “I miei complimenti per aver raccolto la sfida e aver dimostrato il vostro promettente talento. Le lingue aprono le menti e abbattono le barriere e ci aiutano a comprendere altri popoli e altre culture – dichiara Oettinger -. Congratulazioni per aver dimostrato creatività e talento in tutte le 24 lingue dell’Ue”. Per la decima volta dal 2007 oltre 3mila studenti provenienti da tutta l’Ue si sono cimentati nella traduzione di testi scegliendo di tradurre da una delle 24 lingue ufficiali Ue in un’altra, per un totale di 552 combinazioni linguistiche possibili. Le combinazioni scelte sono state 152, dalle più usuali alle più insolite come greco-lettone e bulgaro-portoghese. Durante la cerimonia di premiazione i vincitori riceveranno un trofeo e un diploma. Per qualcuno il concorso è stato un trampolino di lancio. Il 1º febbraio la Commissione europea ha infatti dato il benvenuto alla prima funzionaria che ha iniziato la sua carriera come vincitrice di Juvenes Translatores. La traduzione costituisce parte integrante dell’Ue sin dalla sua costituzione. Dal 1958 le quattro lingue ufficiali iniziali sono diventate 24.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori