This content is available in English

Ue: summit a Malta su migrazioni e preparazione 60° dei Trattati. Tusk, “sosterremo la Libia”

Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, giunto a Malta per il vertice informale dei capi di Stato e di governo Ue

(Bruxelles) Questa mattina “i 28 capi di Stato o di governo dell’Ue affronteranno la dimensione esterna della migrazione. La discussione dovrebbe essere incentrata sulla rotta del Mediterraneo centrale e la Libia”. La sessione pomeridiana “sarà l’occasione per i 27 leader”, Regno Unito “autoescluso”, “di preparare l’imminente 60º anniversario dei Trattati di Roma che si celebrerà il 25 marzo”. È quanto spiega una nota del Consiglio europeo a proposito del “vertice informale” che si svolge oggi (ore 10-19) a Malta, ospitato dal primo ministro maltese Joseph Muscat e presieduto dal presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. I leader discuteranno anzitutto della necessità di intensificare la cooperazione con le autorità libiche per controllare i flussi migratori. “Al termine della nostra discussione adotteremo una dichiarazione ambiziosa che illustrerà il modo di procedere in maniera chiara e concreta” per affrontare il fenomeno migratorio, afferma il presidente Tusk nella lettera d’invito. I leader dell’Ue dovrebbero “confermare il proprio sostegno al governo di intesa nazionale”. Le priorità, ampiamente annunciate, comprenderanno: “formazione, equipaggiamento e supporto per la guardia costiera nazionale libica; iniziative rafforzate per smantellare le attività di traffico coinvolgendo la Libia; garantire capacità e condizioni di accoglienza adeguate in Libia per i migranti; potenziare le campagne di informazione rivolte a migranti; intensificare le attività di rimpatrio volontario”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori