Mons. Galantino: a Norcia, consegnati a una scuola materna oltre 7mila euro raccolti a Bangui. “La Chiesa è in campo con grande impegno”

“Come Chiesa italiana, attraverso l’8 per mille, stiamo cercando di aiutare le 26 diocesi colpite dal terremoto. Dal primo momento la Chiesa è in campo con grande impegno, giorno per giorno per aiutare a ricostruire”. Queste le parole con cui il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino, è intervenuto alla cerimonia di consegna degli oltre 7mila euro raccolti a Bangui, nella scuola materna ricostruita in legno appena fuori le mura di Norcia. Chi affida “con generosità e fiducia” questi soldi alla Chiesa deve sapere che, “al di là di qualche sbavatura” – ha spiegato il vescovo – poi di fatto si sta lavorando “grazie a Dio, con risultati riconosciuti dalla popolazione”. Palloncini, disegni, mani alzate a ritmo di musica. I bambini della scuola materna di Norcia accolgono così chi è venuto da lontano per donare loro l’aiuto dei bambini di Bangui (Repubblica Centrafricana) e dei tanti italiani che, attraverso il concerto in Vaticano di Claudio Baglioni, ora riusciranno a ricostruire l’oratorio della chiesa Madonna delle Grazie nella cittadina della Valnerina colpita da un sisma infinito. Il Papa ha voluto fortemente “questa opera di fratellanza tra i bambini terremotati e quelli di Bangui”, ha detto il segretario generale del Governatorato vaticano, monsignor Fernando Vergez Alzaga: la speranza che si ha ora è “che Norcia rinasca presto”, a partire proprio dai più piccoli. (Avvenire – Alessia Guerrieri)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori