Migranti: Matera, dal consiglio pastorale delle parrocchie di Scanzano Jonico “vicinanza e sostegno” a don Polidoro

“Vicinanza e sostegno al parroco don Antonio Polidoro”. È quanto esprimono i membri del Consiglio pastorale delle parrocchie Maria Santissima Annunziata e San Giulio di Scanzano Jonico (Mt), con tutti i gruppi e le associazioni che operano nelle due parrocchie e sul territorio, dopo le proteste seguite alla decisione assunta da don Polidoro di destinare alcuni locali parrocchiali all’accoglienza di donne e minori immigrati non accompagnati. “Di fronte a frequenti episodi incresciosi di contestazione e di intolleranza verificatisi da parte di un gruppo di abitanti di Terzo Cavone, contrari all’accoglienza di tre donne e otto bambini rifugiati, non si può rimanere in silenzio”, si legge in una nota, attraverso la quale i membri del consiglio pastorale “vogliono far sentire la loro voce in difesa di un progetto diocesano sulle linee guida di Papa Francesco e di una comunità come quella di Scanzano Jonico laboriosa, con valori cristiani ed umani radicati, che ha alle spalle una bella storia di integrazione”. “Come segno di speranza”, concludono, vengono riportate “le parole di una giovane della nostra comunità: ‘nessuno vi vuole togliere la vostra chiesa, nessuno vuole rubare spazi ai vostri nipoti, nessuno vi vuole privare di nulla. Si tratta solo di condividere’”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori