Consiglio Ue: Malta, bene 200 milioni in più da Commissione per Africa settentrionale, priorità a Libia

Dopo avere indicato le priorità di impegno, nella dichiarazione congiunta stilata a conclusione del summit informale sull’immigrazione a Malta, i leader europei affermano che “tali obiettivi devono essere sostenuti dalle necessarie risorse.” In linea con il piano d’azione di La Valletta, ricordano, l’Ue “sta rafforzando l’integrazione della migrazione nel quadro del suo aiuto pubblico allo sviluppo per l’Africa, che ammonta a 31 miliardi di euro”. Alcune delle azioni indicate “possono essere finanziate nell’ambito di progetti già in corso”, in particolare progetti finanziati “dal Fondo fiduciario dell’Ue per l’Africa, che mobilita 1,8 miliardi di euro dal bilancio dell’Ue e 152 milioni di euro provenienti da contributi degli Stati membri”. Per coprire le necessità di finanziamento più urgenti, si legge ancora nel documento, “accogliamo con favore la decisione della Commissione di mobilitare, come primo passo, un ulteriore importo di 200 milioni di euro a favore della ‘finestra’ per l’Africa settentrionale del Fondo e di accordare la priorità a progetti collegati alla migrazione relativi alla Libia”. “Svilupperemo ulteriormente la nostra politica migratoria esterna per renderla resiliente alle crisi future – prosegue la dichiarazione -. Individueremo potenziali ostacoli, ad esempio in relazione alle condizioni da soddisfare per i rimpatri, e rafforzeremo le capacità di rimpatrio dell’Ue, nel rispetto del diritto internazionale”. Accolta “con favore” l’intenzione della Commissione di “presentare rapidamente, come primo passo, un piano d’azione aggiornato sul rimpatrio e di fornire orientamenti per un maggior numero di rimpatri operativi da parte dell’Ue e degli Stati membri e un’effettiva riammissione sulla base dell’acquis in vigore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori