Cinema e Pontefici: Rai Premium e Rai Vaticano, sabato 9 dicembre con una fiction e un’inchiesta si spiega il rapporto tra i Papi e il grande schermo

Rai Premium e Rai Vaticano, insieme, la sera del 9 dicembre, per raccontare il rapporti tra i Papi e il grande schermo. Alle 21,20, la fiction “Joannes XXIII”, del regista Giorgio Capitani sulla vita del Papa “buono”, Angelo Roncalli, interpretato da Massimo Ghini. A seguire, alle 23,15, l’inchiesta di Rai Vaticano, a cura di Massimo Milone, firmata da Stefano Girotti, “Cinema per l’anima” che partendo dalla mostra di Milano, “Papi in soggettiva” esplora il rapporto esistente oggi tra cinema e Magistero dei Papi. Le telecamere di Rai Vaticano partono dalla mostra “Papi in Soggettiva”, realizzata seguendo il progetto divulgativo redatto da mons. Davide Milani, presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo. Il modo in cui si esprime l’interesse della Chiesa cattolica nei confronti della “settima arte” viene raccontato da mons. Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede: “Il cinema diventa spirituale quando racconta il dramma dell’uomo della donna, della famiglia, nella vita di tutti i giorni ma con la possibilità di uno sguardo altro, o in alto, aprendo una speranza. A volte il cinema pone solo delle domande ma l’importante è che siano domande giuste”.
Tra gli altri che intervengono nello speciale, Alberto Barbera, direttore della Mostra d’arte cinematografica di Venezia, il regista Pupi Avati, Matilde Bernabei della casa produttrice “Lux Vide. Nel reportage di Rai Vaticano anche nuovi registi indipendenti come Terence J. Berden, produttore del film “Full of Grace” ispirato ai temi degli apostoli e degli antichi cristiani, e Daniele Pignatelli, che sta realizzando un film sulla storia di carcerati ergastolani che, avvicinatisi alla fede, producono ora Ostie sacre che hanno consegnato al Papa. E ancora, in anteprima, anche il trailer del nuovo docu-film di Giovanni Calamari che racconta, in modo insolito, aspetti di vita del Papa emerito Joseph Ratzinger, “quasi spiato, sbirciando con la cinepresa da dietro le quinte nei momenti della sua vita pastorale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo