Catania: cattedrale chiusa da ieri per l’occupazione da parte dei senzatetto. La Caritas: le porte della mensa sono aperte a tutti

Cattedrale chiusa da ieri a Catania e celebrazioni spostate nella Basilica Collegiata. Si legge in un cartello affisso all’ingresso, dopo l’occupazione del sagrato da parte dei senzatetto dei quartieri periferici della città. Una forma di protesta per chiedere all’amministrazione comunale l’assegnazione di alloggi popolari. La Caritas diocesana ha diffuso una nota in cui precisa la propria posizione “di apertura e disponibilità assoluta nei confronti di tutti i bisognosi che si presentano quotidianamente alla mensa dell’Help Center, presso la stazione centrale”. “Non trovano pertanto riscontro le affermazioni rilasciate dagli occupanti della cattedrale che, in alcune interviste, hanno riportato che la Caritas avrebbe risposto alle loro richieste specificando di poter aiutare ‘solo gli immigrati’ – si legge nella nota -. Nessun volontario o rappresentante della Caritas diocesana si è mai espresso in questi termini, né avrebbe potuto, dal momento che è riconosciuto e riconoscibile il ruolo della Caritas in Città, con i suoi servizi sempre a favore degli ultimi, senza distinzione alcuna”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia