Legalità: Bindi (Commissione parlamentare), “il codice antimafia un volano di crescita e soprattutto di giustizia sociale”

Nella lotta alla mafia e alla corruzione in Italia “quest’anno ci sono stati due risultati molto importanti: la riforma del Codice antimafia e la legge sui testimoni di giustizia, che hanno visto la Commissione parlamentare antimafia impegnata sin dall’inizio del loro percorso nella legislatura”. Lo ricorda la presidente della stessa Commissione, Rosy Bindi, in un’intervista al Sir nella quale traccia un bilancio dell’anno che sta per concludersi. Rispetto al primo provvedimento, il giudizio di Bindi è molto positivo: “Il codice antimafia è una riforma di sistema molto importante perché il tema della sottrazione dei beni alle mafie è stato considerato uno degli strumenti più efficaci fin da quando ci siamo dati questo strumento, tra l’altro siamo gli unici al mondo ad averlo. Uno strumento che aveva subito varie riforme nel tempo, ma nessun intervento davvero strutturale, come abbiamo fatto in questa legislatura. E questo renderà più veloci e più garantite le procedure giudiziarie e soprattutto più efficace l’utilizzo dei beni attraverso il rilancio dell’Agenzia”. “Credo che il codice potrà essere un volano di crescita e soprattutto di giustizia sociale, oltre che un grande motore di legalità per il nostro Paese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori