Camerun: liberato ed espulso dal Paese lo scrittore Nganang

(DIRE-SIR) – Ritirate le accuse contro lo scrittore e professore universitario Patrice Nganang, arrestato il 6 dicembre con l’accusa di aver minacciato e oltraggiato il presidente del Camerun Paul Biya. Ora, riferisce il portale di informazione “Cameroononline”, lo scrittore sarà espulso dal Paese. “È stata una procedura puramente politica contro chi ha posizioni chiare e decise contro il regime del signor Biya”, ha sostenuto l’avvocato Emmanuel Simh, in riferimento al capo di Stato, in carica dal 1982. Il processo era previsto per il 19 gennaio ma oggi il Tribunale di Yaoundé ha ordinato il rilascio di Nganang. Lo scrittore aveva denunciato le repressioni del governo nelle regioni anglofone del Camerun, dove negli ultimi anni si sono rafforzate le spinte secessioniste. Il passaporto camerunense di Nganang, che risiede con la sua famiglia negli Stati Uniti, sarebbe stato ritirato.

(www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori