Giovani: mons. Milito (Oppido Mamertina-Palmi), “non siete il futuro del mondo ma siete il presente della storia”

“Dio viene da Amore per farci vivere una vita di Amore”. È il messaggio di auguri che in un videomessaggio mons. Francesco Milito, vescovo di Oppido Mamertina-Palmi, ha offerto insieme ai sacerdoti della diocesi, dalla nuova Casa del clero, inaugurata nei giorni scorsi. “Natale è anche questo: è Dio che viene nel mondo per prendere il mondo con sé, e quando il mondo l’accetta sa rispondere a questo Dio”.

Il pensiero del presule è andato “in particolare a quanti soffrono nel corpo e nello spirito, impossibilitati di poter vivere i momenti di preghiera delle nostre comunità”. Ma un appello particolare il vescovo reggino ha voluto farlo “a coloro i quali credono che il mondo, anche in questa nostra zona, debba essere ispirato a sentimenti che non sono di amore, ma di odio, di vendetta, di ritorsione, di imperdonabili capacità di saper dire una volta per sempre smettiamo con quel messaggio che è contro Dio, anti-Dio, che si chiama male, soprattutto se organizzato”. Mons. Milito ha ricordato che “il Signore per questo è venuto e desidera che nessuno resti fuori dal suo amore”. Un pensiero “particolarissimo” il presule ha rivolto ai giovani “che quest’anno noi abbiamo eletto come soggetti speciali della nostra attenzione e della nostra cura”. “Non siete il futuro del mondo ma siete il presente della storia che fa capire che cos’è il futuro”, l’esortazione di mons. Milito. “Ve lo diciamo con tutto il cuore di pastori, di fratelli e di amici: avvicinatevi a Cristo se volete comprendere che cosa sia la vita e spenderla bene”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa