Terremoto in Centro Italia: Arquata, fabbrica Tods a Pescara del Tronto. Della Valle, “non è un gesto eroico. Speriamo di portare qui altri imprenditori”

“Questo è un momento importante per tutti, soprattutto per le persone che ci lavorano. Sono tutti giovani. Noi abbiamo fatto quello che dovevamo fare: siamo venuti qui ed abbiamo portato lavoro che è quello che questa gente vuole. Qui non vogliono regali, vogliono poter lavorare ed avere una vita dignitosa. Quindi tentiamo di aiutarli, ma non sono gesti eroici. È una fabbrica che produce lavoro e reddito”. Lo ha detto al Sir Diego Della Valle, oggi, in occasione del taglio del nastro della fabbrica Tods a Pescara del Tronto. “Speriamo di convincere altri amici imprenditori a venire perché con un po’ di insediamenti come questo eliminiamo il problema del lavoro ai ragazzi di questo territorio che di disgrazie ne hanno viste tante. Quindi da gennaio cominciamo a portare qui un po’ di amici e speriamo tra un anno di vedere la nascita di altre fabbriche. È Natale e faccio questo augurio, io sono propositivo”.
Sulla stessa lunghezza d’onda il fratello Andrea Della Valle: “Finalmente abbiamo realizzato questo piccolo progetto. In quattro mesi siamo riusciti a fare l’azienda. Undici mesi per il progetto e per formare i ragazzi grazie al supporto di tutti i tecnici della Tods, che si sono messi a disposizione. Quando c’è la volontà di tutti, la voglia dei giovani di lavorare e noi che diamo questa opportunità, si va avanti bene. Anche la politica ci ha dato una grande mano, una volta compresa l’importanza del progetto”. Entusiasta per il nuovo insediamento il sindaco di Arquata, Aleandro Petrucci. “Una giornata importante per Arquata e per il territorio, l’unica fabbrica che c’è ad Arquata, in futuro non lo sappiamo. Ci auguriamo che altre aziende possano fare lo stesso. Perché qui c’è spazio per altri dieci aziende, ci sono altri 10-15 mila metri quadri disponibili per iniziative analoghe”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia