Meeting del volontariato: card. Montenegro, “porsi in una prospettiva di condivisione”

“Papa Francesco ha detto, in occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, che ‘ridurre è facile, condividere invece impone una conversione’. Ecco, questo significa che bisogna innanzitutto porsi in una prospettiva di condivisione, fondata sul concetto di gratuità e di dono”. Così il card. Francesco Montenegro, presidente di Caritas Italiana, in occasione dell’inaugurazione a Bari della 10ᵃ edizione del Meeting del volontariato, organizzato dal Centro di servizio al volontariato San Nicola con le organizzazioni di volontariato della provincia di Bari e Bat che ha come titolo quest’anno “RelAzioni di gratuità”. In una lettera inviata ai volontari e ai visitatori del Meeting del Volontariato, il card. Montenegro afferma che “dobbiamo essere compagni di viaggio, condividere gioie e speranze. In questo tempo di cambiamento dobbiamo tornare ad essere protagonisti della nostra vita mediante la piena consapevolezza delle problematiche legate alle criticità oggettiva, soggettiva e sociale”. E pone al centro della nostra esistenza l’uomo in condizione di disagio: “Dobbiamo dare forma ad una realtà che ancora non esiste – scrive Montenegro -, in particolare ad una inclusione di senso che disegna un nuovo modello di comunità. Che dia cioè corpo ad uno sviluppo solidale di comunità. In questo senso i poveri sono per la Chiesa, per i cristiani e per l’umanità intera una opportunità. Attraverso loro il mondo può recuperare se stesso. E l’incontro con storie di fragilità deve portare a un dono ma in un percorso di relazione e condivisione. Ma prima di quel che si dona conta il valore della persona e quindi la riscoperta profonda della vita come dono”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia