San Bonaventura: oggi a Terni convegno sul “significato della scelta francescana di povertà”

“Nudus et pauper – Il significato della scelta francescana di povertà nell’interpretazione di Bonaventura da Bagnoregio” è il titolo del convegno in programma oggi, alle 16, al Cenacolo San Marco di Terni, in occasione dell’ottavo centenario della nascita di San Bonaventura. Ad aprire il convegno, organizzato dall’Istess, sarà mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia. Seguiranno le relazioni di padre Prospero Rivi dell’Antonianum di Roma; Barbara Faes, anche lei docente all’Antonianum; Giuseppe Cassio, storico dell’arte. Presiede e modera padre Pietro Messa e conclude Stefania Parisi, direttore dell’Istess. Nelle relazioni del convegno verranno esaminati gli aspetti storico-filosofici delle lotte teologico-dottrinali e le vicende che hanno portato all’edizione dell’Opera Omnia dei Padri Quaracchi, oltre alle icone bonaventuriane presenti sul territorio ternano. “Il convegno – spiega Parisi – prende in considerazione la specificità del carisma francescano delle origini, riletto attraverso l’insegnamento bonaventuriano che ne ha sintetizzato e codificato per il futuro gli aspetti caratterizzanti. L’aspetto peculiare di tale carisma, secondo Bonaventura, risiede nella scelta della povertà volontaria come profezia della novità evangelica e della universale fraternità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia