Giornalismo: Verna (presidente Ordine), “titoli come quelli di Libero contro gli islamici sono inaccettabili”

(Capodarco) “Non sono accettabili titoli come quelli fatti da Libero contro gli islamici. Il rischio è che vada perduta la differenza tra giornalismo professionale e giornalismo occasionale”. Lo ha detto il neopresidente dell’Ordine dei giornalisti, Carlo Verna, aprendo a Capodarco (Fm) i lavori della 23ª edizione del seminario di formazione organizzato da “Redattore sociale”. “Internet è un mare di libertà fatto di tante parole, in cui però c’è poco spazio per la riflessione e in cui spesso si trova anche tanto odio. Il compito dei giornalisti dovrebbe essere quello di creare ponti ed evitare che vengano costruiti muri. Dobbiamo avere la capacità di far dialogare. Il mezzo che abbiamo a disposizione per riuscirci sono le parole, facendo particolare attenzione a come le utilizziamo”. Verna è intervenuto anche sul futuro delle scuole di giornalismo: “Si è parlato dell’ipotesi d’istituire una vera e propria laurea in giornalismo. Preferirei corsi di specializzazione post laurea che lascino ai giovani maggiori opportunità. Purtroppo la verità è che lo spazio nel mercato del lavoro non c’è”. Infine, il tema delle fake news: “Sono sempre esistite. Quello che c’è di nuovo è la grande velocità con cui si diffondono. Il compito del giornalista professionale resta quello di verificare le fonti, compiere un’attività di validazione che solo lui può compiere. Anche per questo, come Ordine vogliamo essere sempre più un’agenzia educativa che crei contaminazione positiva su questi temi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia