Gesuiti: padre Sosa (superiore) su “Aggiornamenti sociali”. “Discernimento per comprendere la volontà di Dio nella storia”. Ue? Grande patrimonio

Nell’intervista rilasciata a padre Giacomo Costa, direttore della rivista milanese “Aggiornamenti sociali”, il superiore generale dei Gesuiti, padre Arturo Sosa, riflette sulle sfide del tempo presente, cita più volte gli insegnamenti di Papa Francesco, si sofferma sulla necessità di una capacità profetica di leggere i movimenti della storia. “In una prospettiva di fede – dichiara – la prima domanda che dob¬biamo porci è: ‘Che cosa sta facendo Dio, come sta agendo Dio in questo mondo?’. Sant’Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù, insiste nel ricordarci che Dio è all’opera con il suo amore nel mondo; non per niente al cuore della spiritualità ignaziana c’è il discernimento, cioè il modo per cogliere come Dio è all’opera nel mondo e poi per ascoltare la sua chiamata a condividere questo suo lavoro a livello personale, comunitario e istituzionale”. Questo discernimento richiede però “profondità di sguardo, ca¬pacità di andare oltre la superficie e anche oltre il livello delle analisi e degli argomenti razionali, che è una tentazione normale per la maggior parte di noi. Si tratta invece di prestare attenzione ai movimenti spirituali, di passare dal chiederci ‘Che cosa è più logico o più conveniente?’ a interrogarci su quale sia la volontà di Dio e quindi cercarne i segni nella storia personale e collettiva”.
Padre Sosa, venezuelano, si sofferma molto anche sulla situazione latinoamericana, per poi fare un’osservazione sull’Europa e sul progetto comunitario. “In realtà devo dire che noi latinoamericani guardiamo all’Eu-ropa con una certa ‘invidia’. L’Unione europea ha percorso il cammino dell’integrazione di popoli, culture, tradizioni in un mo¬do che sfida gli sforzi parziali e lenti fatti in America Latina. Non vi rendete conto del patrimonio che avete, anche se è vero che l’Europa attraversa un momento critico. I nazionalismi, intesi come contrap¬posizione all’integrazione, nutrono atteggiamenti antipolitici”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia