Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: alla comunità del Collegio San Giosafat, “anche in Ucraina si sperimenta il dramma della guerra”. Ma “è forte l’aspirazione a giustizia e pace”

(Foto L'Osservatore Romano (www.photo.va) / SIR)

“Anche ai nostri giorni il mondo è ferito da guerre e violenze. In particolare, nella vostra cara Nazione ucraina, da cui provenite e a cui farete ritorno al termine degli studi a Roma, si sperimenta il dramma della guerra, che genera grandi sofferenze soprattutto nelle zone coinvolte, rese ancora più vulnerabili dai rigori dell’inverno che si avvicina”. Lo ha affermato questa mattina Papa Francesco ricevendo in udienza la comunità del Pontificio Collegio Ucraino di San Giosafat in Roma. In Ucraina, ha aggiunto il Papa, “è forte l’aspirazione alla giustizia e alla pace, che mettano al bando ogni forma di prevaricazione, corruzione sociale o politica, realtà di cui sono sempre i poveri a fare le spese”. “Dio sostenga e incoraggi coloro che si impegnano a realizzare una società sempre più giusta e solidale”, ha proseguito Francesco, auspicando che “siano sostenuti attivamente dall’impegno concreto delle Chiese, dei credenti e di tutte le persone di buona volontà”. Precedentemente il Papa aveva fatto riferimento al fatto che “questo nostro incontro avviene a 85 anni dalla costruzione della sede del vostro Collegio sul Colle Gianicolo, per volere del Papa Pio XI”. “Egli – ha ricordato – si fece promotore di una iniziativa che manifestava la speciale e concreta sollecitudine dei successori dell’apostolo Pietro per i fedeli della Chiesa provenienti da zone di sofferenza o di persecuzione, che in questo modo potevano sentirsi qui a Roma come figli amati che abitano in una casa e crescono in essa, preparandosi alla missione apostolica come diaconi e sacerdoti”. Inoltre, “Pio XI condannò con chiarezza, mediante discorsi e lettere, le ideologie atee e disumane che hanno insanguinato il secolo ventesimo. Mise così in luce le loro contraddizioni indicando alla Chiesa la strada maestra del Vangelo”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa