This content is available in English

Paesi Bassi: Chiesa cattolica e Riforma luterana. Preghiere, seminari di studio, concerto e colletta per attività ecumeniche

La Chiesa cattolica nei Paesi Bassi, che insieme a tutte le Chiese olandesi il 7 novembre ricorda con grande fervore san Villibrordo, il vescovo inglese che a cavallo tra il VII e l’VIII secolo portò il cristianesimo nella regione, dedica la prima domenica di novembre a iniziative e a raccolte fondi in favore delle attività ecumeniche della Chiesa. Quest’anno il programma degli eventi in calendario è segnato dal 500° della Riforma luterana. Oggi in un seminario di studio a Den Bosch si stilerà un “bilancio sull’anno della Riforma dal punto di vista dell’ecumenismo” per verificare se le Chiese siano riuscite a raggiungere il loro intento di “riconciliare le memorie e celebrare la festa di Cristo” e per ragionare sulle prospettive che ora si aprono per il futuro dell’ecumenismo. Domenica, su iniziativa di mons. Hans van den Hende, vescovo di Rotterdam e referente per l’ecumenismo, vi sarà a Woerden un concerto ecumenico con canti dalla tradizione cattolica e protestante seguiti dai vespri.  Domenica 5 novembre, la colletta che si farà nelle Chiese sarà destinata a sostenere il lavoro per l’ecumenismo della Chiesa cattolica nei Paesi Bassi. Lunedì 6 novembre nella cattedrale di Utrecht, dopo i vespri ecumenici, si svolgerà un seminario di studio sull’opera evangelizzatrice del monaco inglese Willibrord con la domanda se “sia stato un primo esempio di cooperazione europea o se ci siano stati contrasti tra l’Inghilterra e la terraferma allora”, come oggi ci sono con il Brexit.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori