500° Riforma: Roma, dal 9 novembre convegno internazionale “Lutero e la Riforma: sant’Agostino e l’Ordine agostiniano”. Apertura con il card. Koch

Sarà “Lutero e la Riforma: sant’Agostino e l’Ordine agostiniano” il tema del convegno internazionale di studi che si terrà all’Istituto Patristico Augustinianum di Roma, dal 9 all’11 novembre prossimi. “L’Ordine di sant’Agostino, al quale apparteneva Lutero, non ha motivo di celebrare questa data, ma certamente di commemorarla”, ha scritto il priore generale degli agostiniani, padre Alejandro Moral Antón, nella lettera inviata a tutti i frati dell’Ordine per presentare l’iniziativa. Sarà l’occasione, aggiunge, per mettere in evidenza “gli aspetti positivi: la rivalutazione del singolo, una maggiore fiducia in Dio, la centralità della Scrittura, l’avvicinamento della liturgia al popolo, lo sviluppo del senso comunitario, la sana laicità, la necessità di una riforma intesa come ritorno all’essenziale”. Ad aprire i lavori, nel pomeriggio del 9 novembre, sarà il card. Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani. La ricerca di un confronto tra cattolici e protestanti, prosegue la nota, “emergerà anche da due tavole rotonde, alle quali prenderanno parte esponenti della Chiesa cattolica e delle Chiese della Riforma, sui temi fondamentali della grazia e della ecclesiologia, che se furono i punti di rottura, ora rappresentano i punti di maggiore prossimità ed avvicinamento tra le due parti”. Nel corso della quarta sezione del convegno, dedicata alla vita di fede cristiana, sarà suor Anna Maria aus der Wiesche, membro della Chiesa evangelica e impegnata nel dialogo ecumenico, a descrivere “gli sviluppi attuali nelle Chiese protestanti della vita consacrata, proprio di quella realtà che Lutero aveva sconfessato rigettando l’abito agostiniano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori