Diocesi: Milano, arcivescovo Delpini indice sinodo minore su “La chiesa delle genti”. La fede nelle parrocchie multietniche

“Un percorso di studio, riflessione e decisione per definire le modalità attraverso le quali annunciare adeguatamente il Vangelo, celebrare i sacramenti, vivere l’esperienza della carità nelle parrocchie ambrosiane, tutte sempre più multietniche”: così una nota della curia milanese annuncia l’indizione, da parte dell’arcivescovo Mario Delpini, del sinodo minore sul tema “Chiesa delle genti, responsabilità e prospettive. Linee diocesane per la pastorale”. Il percorso avviato dall’arcivescovo nasce “dall’esigenza di aggiornare l’azione pastorale alla luce dei cambiamenti sociali prodotti all’interno delle stesse parrocchie della vasta diocesi ambrosiana dai flussi migratori”. Al centro di questo sinodo non saranno i fenomeni migratori in quanto tali o l’impegno della Chiesa per l’accoglienza, da sempre oggetto di impegno per la Chiesa. Il tema che invece sarà messo a fuoco da questo percorso “riguarda l’esperienza dentro le 1107 parrocchie della diocesi, la cui realtà è molto mutata in questi decenni anche per la presenza di cattolici provenienti da altre nazionalità, di lingue e culture diverse che però abitano la stessa comunità, sotto lo stesso campanile”.
La nota specifica: “Affinché si evitino due rischi, l’uno speculare all’altro. Da un lato, che i cristiani migranti una volta giunti a Milano debbano pregare e celebrare solo tra di loro, per gruppi etnici o linguistici. Dall’altro, che siano i cristiani ‘stranieri’ a doversi adeguare al modo di essere chiesa preesistente”. Così la domanda “ideale che tutti – milanesi da più generazioni e ‘nuovi ambrosiani’ – dovranno porsi è: “come dobbiamo cambiare per essere anche oggi, insieme, discepoli del Signore e Chiesa delle genti?”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo