Università Lumsa: Bonini (rettore), “atenei pubblici non statali sono una risorsa del sistema. Normativa favorisca e non mortifichi l’autonomia”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Didattica, ricerca, servizi: questo il trinomio che caratterizza l’Università Lumsa, sottolinea il rettore Francesco Bonini, intervenendo all’odierna cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2017 – 2018 dell’Ateneo, il 78°. Presentando la relazione sull’attività svolta nel 2016 – 2017, Bonini premette che “l’università è un sistema complesso, che richiede una struttura robusta e flessibile”, e aggiunge: “Le università pubbliche non statali sono una risorsa del sistema universitario, e giustamente questo comporta lo scrupoloso rispetto delle norme ma anche, a fronte di una diminuzione del pur modestissimo contributo statale” comporta una normativa che “favorisca e non mortifichi l’autonomia e le dia propellente”. Non sono necessari “grandi interventi – assicura – ma un accorto dosaggio di semplici misure” su diritto allo studio e sostegno alla ricerca d’eccellenza “in un quadro coerente e stabile”. Tra gli obiettivi conseguiti lo scorso anno la Master School, la nascita del network sportivo interuniversitario Unisport, e le oltre 2mila convenzioni con enti e aziende. Nell’ambito del diritto allo studio, l’ateneo ha erogato 682.644 euro con borse di studio e sussidi monetari, rimborsato le tasse universitarie a studenti secondo criteri di reddito per 86.816 euro, agevolato le famiglie che hanno due o più studenti iscritti riducendo i contributi universitari per 33.500 euro e, tramite l’Associazione Luigia Tincani, erogato borse e premi di laurea per un totale di 126.971 euro. Un investimento totale di quasi un milione di euro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia