Germania: al compositore franco-tedesco Andre il “Premio arte e cultura dei cattolici tedeschi”. Nel Paese 18mila cori amatoriali

È andato al compositore franco-tedesco Mark Andre il “Premio arte e cultura dei cattolici tedeschi” del valore di 25mila euro. La cerimonia di conferimento si è svolta oggi a Lipsia alla presenza di numerosi ospiti del mondo delle Chiese, della politica, della cultura e dell’informazione. Il cardinale Reinhard Marx, nel suo indirizzo di saluto, ha riconosciuto il talento di Mark Andre “musicista d’avanguardia”, non perché “è un uomo indipendente, ma perché è uno che sta in ascolto ed è umile”. Il card. Marx ha sottolineato il legame tra la Chiesa e le avanguardie: è una “offensiva di sensibilità sociale, di prospettive esistenziali di senso e di onestà intellettuale in un periodo minacciato dalla tentazione della semplificazione e della violenza”. Alla Chiesa sta a cuore la musica e per questo promuove “con convinzione e gioia i cori amatoriali”, che in Germania sono circa 18mila e riuniscono 374mila musicisti dilettanti, ha sottolineato il cardinale. A tenere le Laudatio sono stati il compositore Jörg Widmann e suor Margareta Gruber: Andre è “nato in Francia, è discendente degli ugonotti, quasi sterminati dalla Chiesa cattolica. Nell’anno della Riforma” ha sottolineato suor Gruber, “questo riconoscimento è uno dei tanti segni che simboleggiano la riconciliazione tra le confessioni”. Il premio è stato consegnato dal presidente del Comitato centrale dei cattolici tedeschi (ZdK), Thomas Sternberg. Ricevendo il premio Mark Andre ha auspicato “che la forza dello Spirito Santo ci aiuti a tornare insieme in una chiesa unita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia