Colletta alimentare: mons. Gristina (Catania), “un vero aiuto per le famiglie”

“Una provvidenziale iniziativa di raccolta di generi di prima necessità che il Banco alimentare valorizzerà durante l’anno”. L’arcivescovo di Catania, mons. Salvatore Gristina, definisce così la ventunesima Giornata nazionale della Colletta alimentare, alla quale ha partecipato acquistando prodotti da donare ai più poveri in un discount catanese. “La perseveranza dell’iniziativa va rimarcata perché significa fratellanza e costanza – ha aggiunto -. Sappiamo quanto bisogno hanno le famiglie mentre aumentano quelle in stato di indigenza. Non abbiamo bacchette magiche, ma possiamo aiutare e la Colletta è un vero aiuto”. In Sicilia, sabato 25 novembre, sono stati 1.220 i supermercati che hanno aderito all’iniziativa, che “si svolge a poca distanza dalla Giornata mondiale dei poveri, voluta da Papa Francesco, ed è importante che la nostra Chiesa e la nostra città si siano lasciate sensibilizzare e coinvolgere ancora una volta. Il nostro è un importante gesto di partecipazione. La solidarietà e la carità – ha concluso mons. Gristina – impreziosiscono le nostre giornate”. Anche l’arcivescovo di Siracusa, mons. Salvatore Pappalardo, ha partecipato alla Colletta, recandosi al supermercato e donando i prodotti acquistati. L’arcivescovo di Monreale, mons. Michele Pennisi, si è unito ai volontari e ha dichiarato: “Considero importante l’evento della Colletta, lo reputo un gesto educativo che fa capire che è possibile aiutare tante persone che non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena. E questo a dispetto del fatto che in Italia, ogni giorno, si spreca tanto cibo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia