Policlinico Gemelli: oggi pomeriggio Beppe Fiorello ha incontrato i degenti. “Portare il cinema nell’ospedale ha un alto valore civile e sociale”

“È una grande emozione stare qui con voi questo pomeriggio in questa splendida sala cinematografica. Il progetto MediCinema Italia e Fondazione Policlinico A. Gemelli di portare il cinema nell’ospedale ha un alto valore civile e sociale‎. Speriamo anche grazie alla visione del nostro film di condividere con voi una pomeriggio di sollievo e serenità”. Lo ha detto Beppe Fiorello, ospite specialissimo, questo pomeriggio, nella sala cinematografica MediCinema presso il Policlinico Gemelli per incontrare i degenti dell’ospedale. L’occasione dell’invito che Fiorello ha accolto con immediatezza per stare insieme ai pazienti ricoverati e ai loro familiari è stato la proiezione di “Chi m’ha visto”, suo recente film la cui visione era programmata nella sala cinematografica nell’ospedale. Insieme a Fiorello il regista Alessandro Pondi. Il noto e poliedrico attore siciliano ha rivolto un pensiero in particolare ai piccoli degenti ricoverati nel reparto di Oncologia pediatrica del Gemelli. Fiorello si è intrattenuto a lungo con i degenti, chiacchierando come uno di famiglia seduto con loro nelle poltrone della sala o avvicinandosi ai pazienti presenti in sala grazie a degli speciali letti, incoraggiandoli e facendo con tutti foto e selfie.
Il progetto di cinema in ospedale realizzato da MediCinema Italia Onlus e Fondazione Policlinico A. Gemelli si sta sempre più consolidando. Da aprile 2016 i pazienti grandi e piccoli del Policlinico sperimentano due volte alla settimana il benefico “effetto pausa” e di sollievo ottenuto grazie alle proiezioni cinematografiche.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori