Pensioni: sindacati divisi su pacchetto, per la Uil era “mezza firma”

(DIRE-SIR) – Sindacati divisi nel giudizio sul pacchetto pensionistico del governo. Al termine dell’incontro a Palazzo Chigi, i tre leader sindacali di Cgil, Cisl e Uil Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo illustrano le loro posizioni, differenziate su un testo sul quale, alla fine, il governo non ha chiesto di mettere una firma. Evitata cosi’ una spaccatura, messa nero su bianco. A chi chiede ai leader sindacali perché il documento non riporti la sigla dei chi lo ha condiviso, la leader della Cgil precisa: “Quella è una dichiarazione del governo”. E il suo giudizio è di “grave insufficienza”, quindi corso d’Italia non avrebbe potuto firmarlo. La Cisl, che non ha mai nascosto la sua soddisfazione per i risultati raggiunti, spiega con Annamaria Furlan: “Il governo ha semplicemente chiesto, rispetto alla sintesi finale che diventerà l’emendamento alla legge di bilancio, la posizione delle singole organizzazioni, che abbiamo espresso con chiarezza al governo”. Sintetizza le diverse posizioni il leader della Uil, Carmelo Barbagallo: “Non potevamo mettere una firma, mezza firma e nessuna firma”. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori