This content is available in English

Papa in Myanmar: sindaco di Yangon, “la pace è il messaggio di cui abbiamo più bisogno”

(da Yangon) – “Pace. La pace è il messaggio di cui abbiamo oggi più bisogno. Senza la pace, senza la fiducia, non possiamo fare niente. L’unica cosa di cui oggi abbiamo bisogno è la pace. Spero e credo che attraverso questa visita e la presenza tra noi di papa Francesco, il popolo impari a conoscere ancora di più cosa è la pace e l’amore”. È il sindaco di Yangon, Maung Maung Soe, a dare voce alle aspettative che il popolo birmano nutre per la visita di Papa Francesco in Myanmar (27-30 novembre). In un’intervista al Sir, il sindaco parla dell’organizzazione della visita curata anche dall’amministrazione comunale di Yangon, dall’arrivo del Papa all’aeroporto internazionale alla sua partenza per il Bangladesh. Maung Maung Soe è cattolico. E alla domanda su cosa dirà a Papa Francesco quando lo incontrerà, risponde: “Gli dirò un’unica cosa: preghi per noi! Perché siamo un Paese in via di sviluppo, con un’economia che sta facendo un’enorme fatica per riprendersi e alle prese con tanti problemi sociali. Sono tutte sfide che hanno bisogno della sua preghiera. La visita del Papa nel nostro Paese è nei piani di Dio e, quindi, sarà una benedizione per tutti noi”. “Spero – conclude – che questa visita possa favorire l’amore, la pace, la misericordia e la carità. Queste sono le cose fondamentali per l’umanità e la vita e queste sono le nostre aspettative per questa visita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori