Economia: Università Cattolica, presentata una proposta “concreta e realistica” verso un nuovo modello di “welfare responsabile”

(Milano) Una proposta “concreta e realistica” verso un nuovo modello di “welfare responsabile” – che risponda non solo “alla crisi delle risorse” in atto ma anche alla “necessità di rispondere meglio ai bisogni di oggi” – è contenuta in un nuovo volume della rivista “Vita e pensiero” presentata questo pomeriggio all’Università Cattolica di Milano. Il libro – curato da Vincenzo Cesareo – contiene i primi risultati di una ricerca, ancora in corso, realizzata da un gruppo di studiosi di diversi atenei italiani – Università Cà Foscari di Venezia, Università di Bergamo, Università di Torino, Università Statale di Milano, Università di Milano-Bicocca, Università Cattolica con la funzione di ente capofila – con il sostegno della Congrega della Carità apostolica di Brescia e della Fondazione Moneta di Milano. “L’impressione – ha esordito, introducendo i lavori, il rettore dall’Università Cattolica, Franco Anelli – è che se andiamo avanti nella direzione già intrapresa, di fronte al calo delle risorse pubbliche, ci ritroveremo inevitabilmente davanti ad un bivio: tagliare i servizi offerti o ridurre i soggetti beneficiari. Per questo crediamo sia necessario cercare strade e percorsi alternativi, che siano capaci di mobilitare nuove risorse e strumenti verso un nuovo modello di welfare. La ricerca che presentiamo oggi va proprio in questa direzione”. L’appuntamento di Milano rappresenta solo la prima tappa di un percorso di confronti con il territorio che toccherà nei prossimi mesi anche Bergamo, Roma, Bologna, Bari, Torino, Venezia e Napoli. “La nostra vuole essere una proposta aperta – ha concluso Cesareo – per questo raccoglieremo gli spunti che arriveranno dai vari incontri così da formulare una proposta dettagliata e operativa di questo nuovo modello in un nuovo volume che uscirà entro la fine del 2018”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori