Card. Cordero Lanza di Montezemolo: in San Pietro le esequie del porporato. Il Papa ha presieduto il rito dell’Ultima Commendatio e della Valedictio

Il card. Andrea Cordero Lanza di Montezemolo “era sostenuto dalla consapevolezza che il tramonto della scena di questo mondo, coincide con l’entrata nella gioia eterna del Signore”. Lo ha affermato il cardinale Giovanni Battista Re, vice-decano del Collegio cardinalizio, celebrando stamani, nella basilica di San Pietro, le esequie del porporato, morto domenica scorso all’età di 92 anni, come ricorda Radio Vaticana. Papa Francesco ha presieduto il rito dell’Ultima Commendatio e della Valedictio.
Il cardinale Giovanni Battista Re si è soffermato sulla vita del porporato e, in particolare, ha ricordato: “Negli anni in cui fu in Terra Santa come delegato apostolico per Gerusalemme e la Palestina, mons. Andrea di Montezemolo fu l’artefice dei negoziati, che portarono alla firma del noto ‘Accordo fondamentale’ della Santa Sede con le autorità israeliane, nel quale fu riconosciuta la natura unica delle relazioni tra Chiesa cattolica e il popolo ebraico, gettando le basi per i rapporti diplomatici fra la Santa Sede e lo Stato di Israele. Fu così che egli divenne il primo nunzio apostolico in Israele”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori