Arma dei Carabinieri: card. Bassetti, “presenti ovunque per portare sicurezza”

“Maria assume su di sé l’immagine biblica della donna forte, che come tutti i semplici della terra si fida, si affida e confida nel Dio dei padri”. Con questa immagine il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, ha iniziato l’omelia della Messa celebrata oggi per l’Arma dei Carabinieri ad Incisa Scapaccino (At), nella chiesa di S. Giovanni Battista, presso l’altare dedicato alla “Virgo fidelis”, patrona dell’Arma. “La parola fedeltà è particolarmente cara alla vostra istituzione e intorno ad essa avete costruito la vostra identità”, ha sottolineato il cardinale citando il motto dei carabinieri: “Fedele nei secoli”. “Fedeli alla patria, fedeli alle istituzioni, fedeli alla legge – ha commentato Bassetti – ma anche, e soprattutto, fedeli agli uomini e alle donne di questo Paese; fedeli ai valori più alti del popolo che servite”. “Volentieri ho accettato l’invito a venire qui al santuario di Incisa Scapaccino, che sorge nel cuore di quella terra piemontese ove l’Arma dei Carabinieri è stata fondata nel lontano 1814”, ha proseguito il porporato: “Siamo qui per ringraziare Dio e la Vergine Santa, in nome di tutti i Carabinieri d’Italia, per questo anno trascorso nel servizio della nostra gente, dalle grandi città fino ai piccoli borghi. Perché gli uomini e le donne dell’Arma sono presenti ovunque, per portare sicurezza e, ove occorra, lotta contro il crimine, nella fedeltà del servizio, espletato ogni giorno con professionalità e dedizione, che talvolta arriva fino al sacrificio della vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori