Ue-Africa: a Bruxelles una settimana di iniziative. Tajani, “ci legano sfide e interessi strategici comuni”

(Bruxelles) Si è aperta oggi a Bruxelles la settimana dell’Africa al Parlamento europeo. Incontri e dibattiti sono orientati alla definizione di un nuovo partenariato con l’Africa. “L’appuntamento principale – sottolinea una nota – è la conferenza di alto livello prevista nel pomeriggio di mercoledì 22 novembre nell’emiciclo che sarà aperta alle 14 dal presidente Tajani”. Interverranno, tra gli altri, il Presidente della Repubblica Centrafricana, Faustin-Archange Touadéra, l’Alto rappresentante per gli Affari esteri e la politica di sicurezza comune, Federica Mogherini, il presidente del Parlamento Panafricano, Roger Nkodo Dang, il presidente della Banca europea per gli investimenti, Werner Hoyer, il vicepresidente della Commissione europea, Andrus Ansip, diversi altri esponenti politici africani. Antonio Tajani afferma in proposito: “Negli ultimi anni non vi è stata sufficiente consapevolezza sul fatto che i problemi dell’Africa sono i problemi dell’Europa. Non è solo la geografia a legarci, ma comuni interessi strategici, grandi sfide e opportunità da affrontare insieme. È giunto il momento di mettere l’Africa in cima all’agenda dell’Unione”.
La settimana dell’Africa, in vista del vertice di Abidjan, conferma secondo Tajani “il ruolo centrale che il Parlamento europeo intende svolgere nel definire un nuovo partenariato Ue-Africa. Dobbiamo guardare ai giovani africani. Coinvolgerli in un progetto che metta in campo strumenti efficaci per dare loro vere prospettive e la speranza di costruire un futuro di stabilità, sicurezza e prosperità, nella loro terra”. “Dobbiamo trovare il consenso politico per un cambiamento radicale della nostra azione in Africa, a cominciare da un bilancio pluriennale dotato di risorse adeguate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo